Governance

Banca IFIS, quotata presso il segmento STAR della Borsa Italiana e capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS, adotta il modello tradizionale di amministrazione e controllo, ritenendolo per la propria concreta realtà il più idoneo ad assicurare l’efficienza della gestione e l’efficacia dei controlli.

Nel modello adottato da Banca IFIS:

  • la funzione di supervisione strategica è svolta dal Consiglio di Amministrazione;

  • la funzione di gestione, fatte salve le materie di esclusiva competenza consiliare e/o i poteri non delegati da parte del Consiglio di Amministrazione, è svolta dall’Alta Direzione (composta dall’Amministratore Delegato e dal Direttore Generale);

  • la funzione di controllo è svolta dal Collegio Sindacale.

Mission

L’attività del Gruppo bancario si sviluppa attualmente nei seguenti ambiti operativi:

  • factoring, in Italia e all’estero; l’attività all’estero è svolta sia attraverso le strutture interne della Capogruppo (Area Internazionale) sia tramite la controllata IFIS Finance; l’offerta di supporto finanziario e di gestione del credito è principalmente rivolta al segmento delle Piccole e Medie Imprese;

  • acquisto e gestione dei crediti non performing;

  • acquisto e gestione dei crediti fiscali;

  • raccolta on line sviluppata tramite il conto di deposito rendimax; lo strumento, pur non costituendo una specifica linea di business aziendale, per la tipologia di attività e per le dimensioni raggiunte, rientra a pieno titolo tra i segmenti di operatività della Banca.

  • Complementari a tali attività risultano le attività legate alla tesoreria aziendale i cui contenuti, pur risultando in alcuni momenti particolarmente significativi, non modificano la mission del Gruppo bancario che continua a essere finalizzata a fornire supporto finanziario e di gestione del credito alle Piccole e Medie Imprese.

Responsabilità sociale

La Banca ha istituito con delibera consiliare del 4 luglio 2003 e successivamente aggiornato nel corso del 2010, il Codice Etico che enuncia l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità della Banca rispetto a tutti i soggetti con i quali entra in relazione per il conseguimento del proprio oggetto sociale, nel rispetto di leggi e regolamenti vigenti in tutti i Paesi in cui la Banca opera. Il Codice fissa degli standard di riferimento e norme comportamentali mirate a rafforzare i processi decisionali aziendali e ad orientare la condotta della Banca rappresentando quindi uno strumento finalizzato alla promozione della “deontologia aziendale”. Il Codice Etico è disponibile sul sito aziendale www.bancaifis.it nella sezione “Investor Relations”.

Prospettive

Nel corso del 2011, a seguito dell’autorizzazione rilasciata dalla Banca d’Italia, è stato acquisito il controllo dell’ex Gruppo Toscana Finanza e ne è stata avviata l’integrazione.

In data 27 dicembre 2011, con la stipula dell’atto di fusione, si è conclusa l’operazione di fusione per incorporazione della società Toscana Finanza S.p.A. in Banca IFIS S.p.A. con efficacia civilistica, contabile e fiscale dal 31 dicembre 2011.

La fusione ha avuto come scopo il rafforzamento organizzativo dei processi della società neo-acquisita, la semplificazione dell’esercizio di controllo strategico, gestionale e tecnico–operativo nonché l’ottenimento di sinergie ed economie di scala pur mantenendo in essere strutture ad elevata specializzazione.

Con l’obiettivo di semplificare ulteriormente la conduzione del Gruppo bancario rendendo ancora più snella ed efficiente la catena partecipativa, è stato avviato anche l’iter per procedere alla fusione per incorporazione della società interamente controllata Fast Finance S.p.A. in Banca IFIS S.p.A.. In data 23 gennaio 2012 è stata presentata alla Banca d’Italia la relativa istanza di autorizzazione. È stata infine decisa la liquidazione della controllata TF Sec s.r.l..