Acquisti a titolo definitivo

Con l’acquisto a titolo definitivo il factor si accolla integralmente il rischio di insolvenza del debitore, dando luogo non ad un finanziamento del credito ma al suo pieno acquisto. In questo caso la somma erogata al cedente non costituisce anticipazione del corrispettivo, ma incasso definitivo del credito, e non rappresenta pertanto un debito del cedente.

Attività eligible

Nelle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema, le attività elegible sono titoli che rispettano i requisiti di idoneità stabiliti dalla Banca Centrale Europea necessari per essere consegnati come garanzia in cambio di liquidità. La lista degli asset eligible è pubblicata sul sito della BCE e viene aggiornata più volte al mese.

Book value per share

Il Book Value per Share (BVPS) è una misura di patrimonio netto espressa in termini monetari con riferimento a ciascuna azione. Esso è ottenuto dal rapporto tra il valore di stato patrimoniale del patrimonio netto diviso per il numero delle azioni ordinarie in circolazione.

Cassa Compensazione e Garanzia

La Cassa di Compensazione e Garanzia è una Società per azioni che fa parte del Gruppo London Stock Exchange avente la funzione di garantire il buon fine e la compensazione di contratti relativi a titoli quotati in borsa, di operazioni in futures e options, nonché di operazioni al NEW MIC, mercato interbancario dei depositi collateralizzato. La CC&G elimina dunque il rischio di controparte agendo come buyer nei confronti del seller e viceversa, garantendo il buon esito dei contratti.

Cost/income ratio

Rapporto tra i costi operativi e il margine di intermediazione. È uno dei principali indicatori dell’efficienza gestionale della banca: minore è il valore espresso da tale indicatore, maggiore l’efficienza della banca.

Costo della qualità creditizia

Il costo della qualità creditizia esprime la qualità degli impieghi verso la clientela ed è calcolato come rapporto tra le rettifiche di valore su crediti annualizzato e la media degli impieghi verso clientela: il decrescere di tale indicatore indica la diminuzione degli effetti derivanti dalla rischiosità degli impieghi della banca.

Cliente cedente

Il cedente è la controparte del contratto di factoring che si impegna a cedere ad un factor tutti i crediti derivati o derivandi dall’esercizio della sua impresa sorti nei confronti di un altro imprenditore (debitore ceduto).

Crediti in bonis

Posizione creditoria che la banca vanta nei confronti di clienti ritenuti solvibili e quindi in grado di fare fronte puntualmente al rimborso del credito secondo le modalità prestabilite.

Sofferenze

Esposizioni per cassa e fuori bilancio nei confronti di un soggetto in stato di insolvenza (anche non accertato giudizialmente) o in situazioni sostanzialmente equiparabili, indipendentemente dalle previsioni di perdita formulate dalla banca.

Debitore ceduto

Il debitore ceduto è la persona fisica o giuridica, italiana o straniera, che ha intrattenuto o intratterrà rapporti commerciali con il cedente ed è quindi tenuta ad effettuare al fornitore il pagamento di uno o più crediti.

EPS

Indice che misura gli utili che un’azienda ha generato parametrati al numero di azioni emesse dall’azienda stessa. E’ calcolato come rapporto tra l’utile netto diviso il numero medio di azioni emesse in circolazione al netto delle azioni proprie.

Esposizioni ristrutturate

Esposizioni per cassa e fuori bilancio per le quali una banca, a causa del deterioramento delle condizioni economico-finanziarie del debitore acconsente a modifiche delle originarie condizioni contrattuali che diano luogo ad una perdita.

Esposizioni scadute (Past due)

Esposizioni per cassa e fuori bilancio, diverse da quelle classificate a sofferenza, incaglio o fra le esposizioni ristrutturate, che, alla data di riferimento, sono scadute o sconfinanti da oltre 90 giorni.

Eurosistema

L’Eurosistema comprende la Banca Centrale Europea e le Banche Centrali Nazionali degli Stati membri dell’Unione Europea che hanno adottato l’euro nella Terza fase dell’Unione economica e monetaria (UEM). Attualmente vi partecipano quindici banche centrali nazionali. È governato dal Consiglio direttivo e dal Comitato esecutivo della BCE. 

Factoring Pro soluto

Il factoring pro soluto prevede il trasferimento di un credito senza che il cedente offra alcuna garanzia nel caso in cui il debitore non adempia. Il cedente garantisce dunque al cessionario solo l’esistenza del credito ceduto e non anche la solvibilità del debitore.

Factoring Pro solvendo

Il factoring pro solvendo prevede il trasferimento di un credito in cui il cedente è garante del pagamento per il terzo obbligato. Il cedente garantisce dunque al cessionario sia l’esistenza del credito ceduto che la solvibilità del debitore.

Incagli

Esposizioni per cassa e fuori bilancio nei confronti di soggetti in temporanea situazione di obiettiva difficoltà, che sia prevedibile possa essere rimossa in un congruo periodo di tempo. Tra le partite incagliate vanno comunque inclusi i cosiddetti “incagli oggettivi” secondo quanto previsto dalla normativa di Banca d’Italia.

Monte crediti

Per monte crediti si intende l'importo dei crediti acquistati dal factor in essere ad una determinata data.

MTS

Il mercato telematico all’ingrosso dei titoli di stato (MTS) è una piattaforma per la contrattazione sul mercato secondario di titoli di stato italiani o esteri e titoli garantiti dallo Stato. Il mercato MTS è riservato ad investitori professionali e le proposte di negoziazione possono essere effettuate per quantitativi minimi pari ad almeno 2,5 milioni che variano a seconda dello strumento. L'MTS si articola nei comparti cash (negoziazioni a pronti), repo (negoziazione pronti contro termine e coupon stripping (negoziazione separata di cedole a mantello).

NEW-MIC

Il New MIC è il comparto del mercato e-MID destinato ai depositi in Euro con scadenze fino ad un anno che si avvale del Sistema di Garanzia New MIC gestito da Cassa di Compensazione e Garanzia. Le negoziazioni, il cui regolamento avviene in Target2, si svolgono in modalità anonima con protezione dal rischio di controparte. La garanzia è realizzata attraverso il collaterale conferito da ogni partecipante; una quota mutualistica, pari al 10% del collaterale conferito da ogni partecipante; l’interposizione tra le controparti di Cassa di Compensazione e Garanzia per ogni contratto concluso.

Patrimonio di Base

Il Patrimonio di Base è costituito dai seguenti elementi definiti da Banca d’Italia di qualità primaria: il capitale versato, le riserve, il fondo per rischi bancari generali e gli strumenti innovativi di capitale. Il totale di questi elementi, previa deduzione delle azioni proprie, dell’avviamento, delle immobilizzazioni immateriali, delle perdite registrate in esercizi precedenti e in quello in corso, costituisce il patrimonio di base.

Patrimonio di Vigilanza

Il patrimonio di vigilanza rappresenta il primo presidio a fronte dei rischi connessi con l’attività bancaria. Esso è costituito dalla somma algebrica di una serie di elementi positivi e negativi che, in relazione alla qualità patrimoniale riconosciuta a ciascuno di essi, possono entrare nel calcolo con alcune limitazioni. Gli elementi positivi che costituiscono il patrimonio devono essere nella piena disponibilità della banca, in modo da poter essere utilizzati senza limitazioni per la copertura dei rischi e delle perdite aziendali. L'importo di tali elementi è depurato degli eventuali oneri di natura fiscale. Il patrimonio di vigilanza è costituito dal patrimonio di base più il patrimonio supplementare, al netto delle deduzioni.

ROA

Il return on assets (ROA) è un indice di bilancio che misura la redditività del capitale investito o all'attività svolta. Tale indice viene calcolato come rapporto tra utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte e totale dell'attivo.

ROE

In finanza aziendale, il Return On common Equity (Roe) è un indice di redditività del capitale proprio. Esprime in massima sintesi i risultati economici dell’azienda. E’ calcolato come rapporto tra l’utile netto e la media ponderata di capitale, sovrapprezzi e riserve, escluse le riserve da valutazione.

Per poter dire se un dato valore di Roe è buono o cattivo bisogna metterlo a confronto con il rendimento di investimenti alternativi (BoT, CcT, depositi bancari, ecc.), cioè valutare il costo opportunità dell’investimento nell’azienda in questione.

ROCA

Il return on core assets (ROCA) è un indicatore della redditività delle attività dedicate al core business. Viene calcolato come rapporto tra utile lordo diminuito delle rendite nette dei titoli di debito e il totale dell'attivo esclusi i titoli di debito.

RWA (Risk Weighted Assets, Attività ponderate per il rischio)

Per attività ponderate per il rischio si intendono le attività per cassa e fuori bilancio (derivati e garanzie) classificate e ponderate in base a diversi coefficienti legati ai rischi, ai sensi delle normative bancarie emanate dagli organi di vigilanza per il calcolo dei coefficienti di solvibilità.

Solvibilità

La solvibilità è la capacità di un debitore di far fronte alle proprie obbligazioni.

Turnover

Il turnover è il flusso lordo dei crediti ceduti dalla clientela alla società di factoring in un determinato intervallo di tempo (ad esempio l'anno).